Il nuovo database delle risorse genetiche vegetali conservate in Italia

Il nuovo database delle risorse genetiche vegetali conservate in Italia

Innovazione varietale

Il database delle Risorse Genetiche Vegetali (RGV)

Centro di ricerca per la frutticoltura di Roma (CRA-FRU) ha pubblicato il database delle Risorse Genetiche Vegetali (RGV) conservate presso 29 strutture del CRA, nonché delle Università di Perugia e Potenza e dell’Istituto “Nazareno Strampelli” di Vicenza. Il database è frutto del progetto RGV/FAO, finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per dare seguito alla firma italiana del Trattato Internazionale FAO sulle RGV (Legge 6 aprile 2004, n. 101) che prevede il loro recupero, caratterizzazione, conservazione e valorizzazione equa e sostenibile.

Il sito Web PlantARes è costituito dalle sezioni: home, progetto, strutture, database, network, notizie, contatti e comprende 46.879 accessioni appartenenti a 235 generi e circa 1.000 specie, riunite in 9 raggruppamenti:

  • Cereali 17.496
  • Colture industriali 2.714
  • Foraggere 7.776 
  • Forestali 3.744 
  • Fruttiferi e agrumi 8.787 
  • Olivo 3.243 
  • Ornamentali 266 
  • Aromatiche e medicinali 586
  • Vite 793 

Di ogni accessione sono disponibili i dati di passaporto secondo gli accordi internazionali FAO, ciò che ha consentito di inserire il database in EURISCO che è il sito delle accessioni vegetali presenti in Europa. Di ogni accessione è indicata la disponibilità o meno per lo scambio con gli altri paesi che hanno sottoscritto il Trattato Internazionale.

Per le specie di maggiore interesse agricolo sono riportati anche i descrittori specifici elaborati nell’ambito del Piano Nazionale della Biodiversità di Interesse Agricolo che coinvolge il MiPAAF, le Regioni e le Province Autonome di Bolzano e Trento. L’ambizione e l’obiettivo del Progetto ministeriale sono di far diventare il sito, con la collaborazione delle Regioni e delle Province Autonome, il riferimento nazionale di tutte le RGV conservate in Italia.

Patricija Muzlovic

Condividi