Il progetto

Il progetto FARM WITH SCIENCE (FWS) - COLTIVA CON LA SCIENZA è un progetto di disseminazione scientifica che utilizza strumenti digitali per diffondere suggerimenti e risposte sul miglioramento dei prodotti e delle attività agroalimentari.

Il progetto ha la finalità di stimolare la divulgazione scientifica tra operatori agroalimentari, media, associazioni e consumatori, rendendo accessibile in open access saperi e buone pratiche nell'arco di tutta la filiera sia sotto il profilo produttivo sia sotto il profilo ambientale.

La piattaforma permette di comunicare alla pubblica opinione in maniera semplice i temi della ricerca agroalimentare e di aiutare il sistema agricolo ad utilizzare l’innovazione e la ricerca per migliorarne la produzione nell’ottica della sostenibilità ambientale, economica e sociale. Oltre alle rubriche dedicate alle aree tematiche, la piattaforma presenta gli eventi e seminari formativi, le pratiche migliori e le pubblicazioni del mondo scientifico. In seguito alla registrazione gratuita, è possibile accedere agli approfondimenti e alla documentazione scientifica proposta da enti e ricercatori collaboratori.

L’iniziativa si inserisce nel quadro del Programma regionale della Cooperazione allo Sviluppo e delle attività di Partenariato internazionale per il periodo 2014-2017, area dei Balcani Occidentali. Un filone la cui guida normativa è la legge 19 del 2000 che prevede l'impegno della Regione Friuli Venezia Giulia in iniziative con i Paesi in Via di Sviluppo (PVS), i Paesi dell'Europa Centrale e Orientale (PECO) e, più in generale, con le comunità e istituzioni di Paesi terzi.

Il progetto, approvato a novembre 2015 dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta della presidente della Regione Debora Serracchiani, fa seguito alle iniziative regionali all'EXPO di Milano e alla Carta di Udine e all'evento Food East di Udine dello scorso giugno e si rivolge all'area del Montenegro e della Serbia. Il ruolo di regia va dunque alla giunta regionale, mentre il principale partner tecnico è l'Istituto di Genomica Applicata (IGA) di Udine.

Il portale pilota può diventare un innovativo strumento tra la cooperazione Italiana e i paesi in via di sviluppo, in particolare l’area euro mediterranea, che può fornire aggiornamenti continui e non manipolabili su ricerca e innovazione nell’ambito agroalimentare.

Il contributo regionale ammonta a 85.000,00 euro, a copertura totale del progetto.