Enovitis on the field

Enovitis on the field

Viticulture

A fair specialized in viticolture

Enovitis in Campo is the only dynamic fair in Italy entirely dedicated to viticulture technology. The heart of the event includes tests and demonstrations that take place directly in the vineyard and hence in realistic conditions. Visitors can therefore, determine both the effectiveness and the actual applicability of what the exhibitors are offering. 

At Enovitis in Campo visitors can see at work the latest technology, materials and equipment for all agricultural operations: vineyard planting, plant protection and nutrition, soil management, canopy management, grape harvest, the latest specialised tractors, irrigation, biomass management and recovery and control and detection systems for precision viticulture.

Thanks to the travelling formula, Enovitis in Campo has managed to contextualise the use of technologies in the different soil, climate and cultivation environments that characterise Italian vineyards. This is also why, depending on the area, the product scope widens to include technologies for olive growing too.

Finally, the choice of location is essential. Enovitis in Campo is always hosted by important wineries around Italy.

Edition 2016: Puglia

Dopo la scorsa edizione in Sicilia, la manifestazione nata nel 1998 sceglie ancora il Sud: per la prima volta gli organizzatori Unione italiana vini Veronafiere hanno identificato la Puglia quale cornice ideale.

Padrona di casa sarà l'azienda Torrevento di Corato in provincia di Bari: 250 ettari nella Murgia Settentrionale che accoglieranno i prossimi 17 e 18 giugno l’edizione 2016 di ENOVITIS IN CAMPO si confermano una location strategica per la sua vicinanza alle Regioni del Centro Italia e in grado di attirare quindi un ampio numero di visitatori.

Dalle prove in campo dinamiche che vedranno al lavoro in vigneto macchine e attrezzature per ogni fase di lavorazione della vite saranno arricchite dall’allestimento di aree tematiche statiche dedicate ad argomenti specifici rappresentate dai 150 espositori della fiera.

Particolarmente ricco si annuncia poi il programma collaterale, con una forte connotazione formativa nei riguardi degli operatori della filiera, che sarà sviluppato attraverso seminari e workshop dedicati alle nuove frontiere dell’innovazione in viticoltura, con particolare attenzione alla realtà pugliese e alla coltivazione biologica.

Protagonisti a ENOVITIS IN CAMPO 2016 saranno poi l’Innovation Challenge, il premio assegnato da un Comitato scientifico alle migliori innovazioni tecnologiche presentate in fiera, e il Concorso Vota il trattore, grazie al quale sarà eletta la macchina più votata tra quelle esposte e provate in fiera.

Viticulture innovations: new vine varieties resistant to diseases and "M" rootstoks presented at the Puglia Fair

Sabato 18 giugno ore 9.30 nell’ambito della fiera Enovitis in Campo a Corato, Unione italiana Vini in collaborazione con Vivai Cooperativi Rauscedo, organizzano l'incontro tecnico "Le innovazioni in viticoltura: le nuove varietà resistenti alle malattie ed i portinnesti M". L’incontro è presentato all’interno del progetto Tergeo.

All'incontro interverranno Raffaele Testolin dell'Università degli studi di Udine e dell’Istituto di Genomica Applicata sulla "Storia di un progetto di successo: le nuova varietà resistenti UniUD/Iga", Vincenzo Cuoccio dei Vivai Cooperativi Rauscedo che presenterà "Le caratteristiche agronomiche delle nuove varietà resistenti: possibilità di utilizzo nelle aree meridionali", mentre "Il ruolo del portainnesto nella moderna viticoltura" sarà spiegato da Lucio Brancadoro dell'Università degli studi di Milano.

Infine, Ermanno Murari dei Vivai Cooperativi Rauscedo illustrerà "Il Portainnesto quale intermediario tra tradizione, territorio ed innovazione".

 A seguire la degustazione di microvinificazioni sperimentali delle varietà resistenti e prove su diversi portinnesti. 

Edition 2017: Veneto

L’edizione 2017 si terrà  il 22 e 23 giugno a Cavaion Veronese (VR) presso i Vigneti Villabella, nel cuore del Bardolino classico sulle colline che si affacciano sul Lago di Garda. Dopo i successi delle edizioni in Sicilia nel 2015 e in Puglia nel 2016, la manifestazione torna nel Nord Italia con grandi aspettative.

L’azienda vitivinicola Vigneti Villabella, fondata nel 1971 dagli attuali proprietari Walter Delibori e Giorgio Cristoforetti, è una realtà vitivinicola che esprime le migliori potenzialità del territorio, operando in un contesto etico responsabile mantenendo l'equilibrio tra uomo, paesaggio e natura. Vanta oltre 220 ettari di vigneto, tra proprietà e gestione di cui 10 ettari a conduzione biologica ai quali se ne aggiungeranno altri 13 al momento in conversione. Cuore pulsante dell'azienda agricola Vigneti Villabella è la Tenuta di Villa Cordevigo, un'oasi viticola e paesaggistica a conduzione biologica, costruita alla fine degli anni ottanta a corollario di un progetto di qualità partito dal vigneto: il classico sistema di allevamento a pergola veronese è stato progressivamente soppiantato dal guyot, più adatto alla produzione di vini di qualità.

Giorgio Cristoforetti commenta "Il territorio veronese, ricco di produzioni di qualità  -  qui siamo nel cuore della zona di produzione del Bardolino -  avrà con Enovitis in campo 2017  l’occasione di approfondire le ultime novità che il mercato dei macchinari agricoli può offrire e nel contempo un  palcoscenico importante dove mostrarsi in  tutta la sua bellezza".

Le più moderne tecnologie per la coltivazione del vigneto saranno esposte e testate nei filari adiacenti la splendida Villa Cordevigo, antica dimora patrizia del '700 con chiesa consacrata, che rappresenta il compendio del progetto Villabella rivolto alla conservazione e valorizzazione della cultura e della tradizione del territorio. Una location mozzafiato per le prove dinamiche tra i filari: dall’impianto del vigneto (vivaismo, pali, fili, ecc.) alla protezione fitosanitaria (atomizzatori, agrofarmaci, fertilizzanti ecc.), dalle attrezzature per la gestione del suolo (estirpatori, fresatrici, trince, coltivatori interceppo etc.) alla potatura (cimatrici, defogliatrici, spollonatrici, legatrici), con la presenza di tutti i modelli di trattori specializzati vigneto/frutteto. 

Patricija Muzlovic

Share