VARIETY INNOVATION: PROSPECTS AND CRITICITY

Variety Innovation: Prospects and Critics.

What does precisely "varietal innovation" mean?

On the FVG region website, I have found news about the new GMO-free soy produced by the Regional Rural Development Agency (ERSA) and validated by the Italian Ministry of Agriculture, Food and Forestry (MiPAAF) with registration in the register National variety of plant varieties. How does this new variety on the market arise?

If it is not about GMOs, what production methods have been used?


Answer: Variety Innovation - Prospects and Critics.

L’innovazione varietale significa selezionare varietà che possono fornire produzioni di alta qualità con ridotto fabbisogno energetico ed a basso impatto ambientale e per rispondere alle esigenze sempre più eco-consapevoli dei consumatori. La Convenzione internazionale UPOV del 1991 definisce come “varietà” insieme di individui coltivati identificabili mediante l’espressione delle caratteristiche risultanti da un dato genotipo o da una combinazione di genotipi, che si distingue nettamente da un qualsiasi altro insieme vegetale per almeno una delle suddette caratteristiche e che dopo cicli di moltiplicazione successive conservi le proprie caratteristiche distintive. 

L’Unione Internazionale per la Protezione delle Nuove Varietà Vegetali è  nata a seguito di una Convenzione, sottoscritta a Parigi nel 1961 appunto per la protezione delle nuove varietà di piante.  Entrata in vigore nel 1968, è stata poi oggetto di successive revisioni nel 1972, 1978 e 1991 (quest'ultimo in vigore dal 24/4/1998). Scopo dell'UPOV è quello di promuovere un efficiente sistema di protezione sui ritrovati vegetali ed assicurare che i membri dell'Unione riconoscano i risultati raggiunti dai costitutori vegetali, concedendogli un diritto di proprietà intellettuale. Inoltre assiste i paesi membri nel processo di implementazione nella propria legislazione nazionale. Attualmente (luglio 2011) aderiscono all'UPOV 70 paesi, fra cui anche l'Italia.

Per essere idonee alla protezione, le varietà devono rispondere a requisiti di: novità e distinguibilità dalle varietà già esistenti, uniformità e stabilità. I costitutori vegetali (breeders) che operano in Italia hanno due possibilità alternative per tutelare le proprie novità vegetali:

  • tutela solo per l'Italia, con la protezione nazionale per le nuove varietà vegetali, attraverso il Decreto Legislativo 10 febbraio 2005, n.30;
  • tutela per tutto il territorio della Comunità Europea, con il regime comunitario di privativa per i ritrovati vegetali (Reg. (CE) 2100/94).
Patricija Muzlovic

Do you have a question to be submitted to the editors? Do you have a demand about the topics covered by the portal? Do the login and post your question in the section of your profile. We will try to find the appropriate answers and publish them online.


Related articles

Below the hard Skin there is a Golden Heart

Pomodori rossi, gustosi, nutrienti e soprattutto a lunga conservazione grazie a una buccia più resistente nel tempo: questo è l’asso nella manica calato dalla ricerca biotech che semplifica la filiera…

Read more

To all sorghum!

Il 2017 si apre con la ricostruzione della mappa dei geni del sorgo da parte del China National Sorghum Improvement Center. Questo nuovo traguardo pone le basi per una…

Read more

News on resistance

They are ten: five white berries - Fleurta, Soreli, Sauvignon Kretos, Sauvignon Nepis, Sauvignon Rytos - and five red berries - Cabernet Eidos, Cabernet Volos, Merlot Khorus, Merlot Kanthus, Julius, the first disease-resistant grapevines variety, produced in Italy by…

Read more

Genetic characterization and relationships of traditional grape cultivars from Serbia

Serbia is located in the central Balkans, at the crossroads between Asia and Europe, on the line dividing various nations and civilisations of the East and the West.…

Read more

Clonal selection and establishment of mother plantations of Vranac Variety

Bearing in mind the importance of Vranac variety for the Montenegrin viticulture, work on the clonal selection of this variety has started in the 2004 year thanks to the collaboration…

Read more

Kiwi – new varieties

Dorì comes at the table, in Italy and beyond. The variety of yellow pulp kiwi crossbred by the University of Bologna, in collaboration with the University…

Read more

Cultivation of citrus without viruses

After the cases of kiwi and olive, current events are demonstrating the importance of plants resistant to viruses and other pathologies for our agriculture. Sicilian citrus culture has also been fighting, in…

Read more
Share